I 3 consigli di David Gibson sulla Street Photography

I 3 consigli di David Gibson sulla Street Photography

552 views

Nel panorama della Street Photography odierna esistono moltissimi fotografi di riferimento, alcuni praticano questo genere da amatori e altri lo coniugano con il loro lavoro primario. Tra quest’ultimi non si può non fare riferimento a David Gibson, fotografo inglese che negli ultimi anni è riuscito ad acquistare una certa notorietà all’interno del mondo della fotografia di strada.

David Gibson: una nome, una garanzia

Gibson, oltre a vari workshop sul genere in questione, ha anche iniziato da qualche anno a scrivere del libri riuscendo, in maniera molto accurata e semplice, a descrivere una tipologia di fotografia che purtroppo vive di incomprensioni ma che nasconde grandi potenzialità.

David Gibson Consigli Street Photography
© David Gibson

Nel suo libro “Street Photography, il manuale del fotografo di strada” parla delle principali tecniche e metodologie di scatto per poter catturare il momento ma soprattutto per poter far “accendere” la creatività a chi si avvicina a questo genere per la prima volta. Egli riesce a fare tutto ciò grazie a due semplici motivi: mette in gioco la sua esperienza nel campo e riporta all’interno del libro altre fotografie di artisti che praticano, o hanno praticato, la Street Photography.

Qualche consiglio di David Gibson sulla Street Photography

Nel suo libro “Street Photography, il manuale del fotografo di strada” sono presenti numerosi consigli su come poter sperimentare e creare delle fotografie all’interno di un contesto prettamente cittadino. Non mi soffermo ad elencarli tutti poiché voglio spingervi ad incuriosirvi a leggere il libro che risulta essere molto interessante ed utile. Per questo motivo vi riporto solo tre consigli di David Gibson sulla Street Photography:

La scelta del soggetto

La scelta del soggetto è importante, può essere un oggetto con un forte rimando alla società (e quindi un oggetto inanimato) , oppure un soggetto umano appartenente a qualsiasi classe sociale ed età. Ad esempio i bambini rappresentano un buon punto di lavoro vista la loro “innata” qualità di presentare le emozioni senza nessun filtro.

David Gibson Consigli Street Photography
© Gianluca De Dominici

Il soggetto può essere cercato oppure può essere casuale, quello che è importante è che risulti essere ideale allo scatto finale.

Sfruttare le superfici naturali o artificiali

Sfruttate ogni superficie presente all’interno dell’ambiente in cui vi trovate, che siano specchi o “filtri artificiali”(finestre, tende, plastica, ecc..) non ha importanza, ogni cosa può essere sfruttata per poter mettere in moto un processo creativo.

David Gibson Consigli Street Photography
© Gianluca De Dominici

Ad esempio le pozzanghere possono rappresentare uno specchio naturale per poter giocare con i riflessi e con i colori.

Variare la prospettiva

Cambiate sempre la prospettiva delle vostre foto, uno scatto dall’alto o dal basso può variare in positivo l’asticella della vostra produzione artistica e soprattutto rendere il vostro portfolio molto più vasto e completo. Ad esempio utilizzando un teleobiettivo si può sciacciare la prospettiva e rendere così uno scatto dall’alto molto grafico e di grosso impatto visivo.

David Gibson Street Photography Consigli
© Gianluca De Dominici

Ma sopratutto David ci consiglia di divertirci quando scattiamo, di farci prendere dal momento e dalla successiva voglia di fotografarlo e trasformarlo in opera vera e propria. La fotografia riesce a rendere qualsiasi istante straordinario!


Nell’idea principale del libro vi è la grande voglia di fare in modo che, chi legga quest’ultimo, sia incuriosito ad andare oltre alla sola lettura, basti pensare alla grande selezione di foto di altri autori presenti e che mettono in moto un processo di ricerca che potrebbe non avere fine. La grande varietà di stili ci portano a conoscere diverse forme di presentazione di questo genere fotografico che nasconde una grande potenzialità arricchita da un esperienza fotografica diversa dal normale. Vi consiglio vivamente di dargli una lettura e di conoscere meglio l’autore che rimane pur sempre un ottimo artista.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Default thumbnail
Precedente storia

Il nostro "occhio" fotografico influenza l'esperienza del viaggio?

Default thumbnail
Prossima storia

Si può fare Street Photography con una Reflex?

Gli ultimi da