Mezzi pubblici: come sfruttarli per le nostre fotografie di strada

Mezzi pubblici: come sfruttarli per le nostre fotografie di strada

265 views

Oggi torno a parlarvi di un altro importante punto di interesse per noi fotografi di strada: i mezzi pubblici. Un elemento che normalmente si può trovare in quasi tutte le città del nostro paese e non, ma soprattutto un elemento che regala in più contesti moltissime soddisfazioni.



Mezzi pubblici: al centro della stazione

I mezzi pubblici hanno un punto di partenza e uno di arrivo, per questo motivo è giusto riconoscere le principali differenze tra il fotografare all’interno di un luogo come la stazione, oppure il farlo all’interno del mezzo vero e proprio. Mi sembra giusto iniziare l’articolo parlandovi della stazione, un punto in cui si innescano varie occasioni meritevoli di essere catturate.

Stazione Metropolitana Catania
Stazione Metropolitana, Catania 2018

Ogni stazione è differente ed ognuna di esse ha degli elementi che possono tornarci utili per creare degli scatti dal forte impatto formale, visivo ed emotivo. Ad esempio il contesto architettonico può giovare tantissimo al nostro operato poiché dietro alla sua costruzione vi sono delle attente analisi dedite a voler dare una prima impressione della città positiva.

Stazione Treni Messina
Stazione Treni, Messina 2018

Sappiamo bene che la stazione accoglie moltissimi turisti, per questo motivo è giustamente riconosciuta la sua utilità nel saper inserire nel migliore dei modi delle persone che arrivano in un nuovo ambiente. Ma la stazione è anche il luogo di partenza di moltissimi cittadini che, per motivi diversi, abbandonano la propria città. Così non sembrerà strano trovare dei momenti con delle forti pressioni emotive, momenti che potrebbero essere immortalati fotograficamente e che verrebbero viste da tutti come dei puri istanti di vita.

Mezzi pubblici: all’interno dell’azione

Superato l’ambiente statico ecco allora il momento giusto di inserirsi all’interno dell’azione vera e propria. Saliamo sulla prima metro/bus/tram ed iniziamo ad osservarci in giro. Scopriremo in poco tempo che ogni spazio, seppur piccolo ed angusto, nasconde degli ottimi spunti su cui poter lavorare.

© Tadashi Onishi

Sia la parte interna, che quelle esterna del mezzo, può regalare delle ottime soddisfazioni. I vetri normalmente appannati donano un atmosfera quasi misteriosa al nostro soggetto o, in alcune occasioni, dimostrato la difficoltà di vivere all’interno di una città molto caotica ed affollata.

© Michael Wolfe
Tokyo compression, © Michael Wolfe

Questo è il caso di Michael Wolfe che, con grande occhio per le situazioni particolari, ha immortalato i cittadini giapponesi “incastrati” all’interno delle metropolitane. Il suo progetto Tokyo Compression mostra questi volti spinti verso le vetrate del mezzo, una condizione così quotidiana per loro tanto da passare a volte inosservata.




I suoi primi piani attirano immediatamente il nostro sguardo che è attratto da questo mix di colori e texture, ma soprattutto ci sentiamo colpiti da questa sensazione di pressione e mancanza d’aria davvero pazzesca (sembra di essere là con loro).

Walker Evans, Subway Portraits

All’interno del mezzo la questione è un pò più diversa. Gli spazi sono più chiusi e le situazioni si susseguono velocemente una dietro l’altra. In questi casi è giusto munirsi di tanta volontà e di un obiettivo grandangolare, utile a concentrare ed inglobare il nostro soggetto che potrebbe trovarsi ad una distanza veramente minima da noi. Walker Evans costruì proprio un progetto sulla metropolitana denominato Subway Portraits, progetto che si basava sul catturare, tramite una fotocamera nascosta, i momenti di vita degli americani.


Insomma, gli elementi sono tantissimi e sta a noi capire cosa possa tornarci utile per il nostro lavoro. Vi posso assicurare che difficilmente rimarrete delusi da questo punto di interesse che rimane una tappa fissa delle mie uscite fotografiche.

2 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

I migliori scatti della settimana dei lettori di The Street Rover!
Precedente storia

I migliori scatti della settimana dei lettori di The Street Rover!

Martin Parr: il fotografo del consumismo sociale
Prossima storia

Martin Parr: il fotografo della società dei consumi

Gli ultimi da