Street Photography in Notturna: alla pari di quella in diurna?

Street Photography in Notturna: alla pari di quella in diurna?

232 views

La fotografia di strada ha visto negli anni un incremento spaventoso di immagini. Molte di queste sono perlopiù realizzate in momenti della giornata luminosi, momenti che, sembrano offrire, qualcosa in più rispetto alla fotografia in notturna. Ma il divario tra i due momenti è davvero così plateale?

Street Photography in Notturna: vantaggi e svantaggi di questa pratica

Non è la prima volta che parliamo di Street Photography in Notturna nel blog. Qualche mese fa abbiamo discusso delle possibilità di scatto durante le Blue Hours soprattutto per chi scatta a colori. Sentivo però la necessità di trattare l’argomento in maniera ancor più approfondita anche perché, molti fotografi attuali, non prendono in minima considerazione questa pratica che nasconde davvero delle enormi potenzialità.

Street Photography Notturna
© Gianluca De Dominici

Partiamo col dire che la Street Photography in notturna è una pratica che esige degli accorgimenti prima di poter realmente essere sfruttata a dovere. Uno di questi è sicuramente quello di inoltrarsi, in maniera ancor più importante rispetto alla fotografia in diurna, nei luoghi di interesse dove, per motivi sociali, troveremo più occasioni di scatto aiutati da una maggior presenza di illuminazione artificiale.


Quest’ultima è fondamentale e va studiata minuziosamente poiché ci garantisce l’identificazione del nostro soggetto e la creazione di un’atmosfera attorno ad esso. Un altro importante accorgimento è di livello tecnico: la fotografia in notturna ci costringe ad aprire il diaframma per non andare incontro alla formazione di rumore troppo eccessivo, per questo motivo vi consiglio di concentrarvi su scene ben specifiche, sui dettagli, in modo da poter sfruttare al meglio la “discreta” profondità di campo che avrete.

Ma qual’è il vero punto di vantaggio rispetto alla fotografia in diurna?

Ovviamente per chi mastica già di fotografia saprà che gli svantaggi in questi casi sono tanti, svantaggi che sono influenzati soprattutto dalla poca intensità delle fonti di luce. In moltissime città vi sono zone parzialmente illuminate dai lampioni e zone completamente oscurate, per questo andare incontro a problemi di messa a fuoco e rumore vistoso è all’ordine del giorno.

Street Photography Notturna
© Gianluca De Dominici

Ma proprio questa poca presenza di fonti di luce è il vero punto di vantaggio di questa pratica che, attraverso la scelta del colore dei lampioni e della loro intensità, si possono creare delle immagini con un forte impatto emotivo e cromatico. A partecipare attivamente a questo processo vi sono anche le luci al neon dei negozi che, in tempi recenti, si stanno diffondendo in numerosi esercizi commerciali di ogni tipo.


Trovare così il posto giusto è diventato molto più facile e semplice rispetto al passato. Vi posso assicurare che è molto divertente giocare con le cromie dell’illuminazione artificiale e sfruttarle per creare un’atmosfera misteriosa e malinconica. Basta anche una sola fonte di luce e un soggetto nella giusta posizione ed il gioco è fatto!

Street Photography Notturna
© Gianluca De Dominici

Ad esempio Alex Webb ha lavorato tantissimo (e tutt’ora ci lavora) alla produzione di questa tipologia di scatti e, il suo lavoro a Istanbul, ne è una importante testimonianza. Il gioco di colori, legati dalla commistione tra luce artificiale e naturale, crea un atmosfera davvero enigmatica ed impressionante.

Alex Webb Street Notturna
© Alex Webb

Insomma, la Street Photography in notturna è sicuramente molto più difficoltosa di quella in diurna ma, con le giuste attenzioni, può regalare delle grosse soddisfazioni!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

I migliori scatti della settimana dei lettori di The Street Rover!
Precedente storia

I migliori scatti della settimana dei lettori di The Street Rover!

Che cos'è la Street Photography? Un genere, o un modo di vedere?
Prossima storia

Che cos'è la Street Photography? Un genere, o un modo di vedere?

Gli ultimi da