La prospettiva cambia davvero tutto!

La prospettiva cambia davvero tutto!

175 views

Fin dall’inizio delle nostre prime passeggiate fotografiche ci siamo sentiti dire da uno sconosciuto: “la prospettiva cambia davvero tutto!” – nella vita come nella fotografia. L’avrete sentita pure voi. L’avrete letta in qualche sgangherato sitaccio di fotografia sparso nel web – di quelli che prende frasi iconiche, di uomini iconici, e le getta nei propri canali, come se fossero pezzi qualunque di frammenti di vita generici. I più fortunati l’avranno sperimentato nel campo, altri ne avranno soltanto percepito le potenzialità. Di certo però Bresson, padre del fotogiornalismo e fautore dell’istanza del “momento decisivo”, al momento di questa sua dichiarazione, l’aveva vista lunga. Ed ecco che qui la domanda sorge spontanea: quanta verità c’è in quello che dice?

Un piccolo passo per l’uomo, ma un grande passo… per la fotografia che stiamo scattando!

Quando siamo per strada, siamo abituati a farci rapire dai momenti e a farci colpire dalle sensazioni che partono dal nostro stomaco – come un pugile che prontamente incassa e restituisce il colpo. Ci sentiamo profondamente immersi in quello che stiamo facendo ed allora è così facile dimenticarsi che, in quell’istante catturato dalla nostra fotocamera, c’è tutto: la nostra cultura, le nostre emozioni e un pizzico di sarcasmo/magia che non basta quasi mai – la nostra vita in parole povere.

Capita così spesso che ci posizioniamo alla meglio e scattiamo: incuranti della prospettiva, della forma e del contenuto. Il risultato? Molte volte quello che non ci aspettavamo minimamente di avere – nel bene e nel male. Cosa abbiamo sbagliato? Un parametro? Un taglio errato? Ce lo chiediamo subito, ma la risposta è quasi sempre la stessa: siamo stati troppo frettolosi nello scattare.



Bresson diceva che osservare e aspettare erano fondamentali: senza questo imprescindibile rituale non era possibile portare a casa niente di davvero buono. La visione doveva essere a 360° come se, nel momento dell’atto predatorio, dove il fotografo è il cacciatore e l’instante la preda ambita, fossero pre-visualizzate tutte le possibili prospettive ottimali per la raffigurazione perfetta di quel momento.

Per “significare” il mondo, bisogna sentirsi coinvolto in ciò che si inquadra nel mirino. Questo atteggiamento esige concentrazione, sensibilità, senso geometrico.

Henri Cartier-Bresson

So già cosa starete pensando: impossibile direte voi, ma in realtà è più facile del previsto. Basta fermarsi qualche minuto e sfruttare tutti i nostri sensi per carpire tutti i segnali, e gli odori, di una buona foto. Basta chinarsi, sollevarsi, saltare se è necessario per sfruttare ogni minima porzione di campo e di spazio presente dinnanzi a noi.

Henri Cartier Bresson prospettiva
© Henri Cartier-Bresson

Noterete subito che con una piccola deviazione o modifica della nostra prospettiva di scatto, l’immagine acquisterà una nuova luce. Una nuova vita. Se esiste un profilo perfetto per ogni essere umano, esiste anche una prospettiva ideale per ogni buona fotografia di strada. È una questione di proporzioni, di forma e di sensibilità. Un processo che si acquista solo nel tempo e che necessita un grande allenamento mentale e fisico.



Vi invito davvero a provare diverse angolazioni, altezze e distanze prima di scattare la vostra fotografia. Un passo di qualche centimetro in avanti, indietro o a destra e sinistra può davvero cambiare tutto. Può alterare le forme della realtà regalandoci un momento unico. Risulteremo sicuramente ambigui o molto buffi in strada, ma personalmente trovo eccitante poter catturare un istante invisibile a molti e poterlo rendere immortale attraverso la mia macchina fotografica – buffi si, ma quanto vorrei vivere in quel mondo da me creato e costruito attraverso le mie immagini. Sarebbe magnifico!

Spendete quindi qualche secondo o minuto per cercare la giusta prospettiva – senza aver paura di guardare anche il cielo o al di sotto di un dirupo. Vedrete che con l’esperienza questo processo diventerà automatico se non addirittura naturale, per certi versi. La prospettiva cambia così davvero tutto? Ebbene si, è la chiave della nostra vita. Provate e fatemi sapere! Sono sicuro che diventerete dei fotografi di strada migliori.

Fonte: MagnumPhotos

Lascia un commento

Your email address will not be published.

I migliori scatti della settimana dei lettori del blog!
Precedente storia

I migliori scatti della settimana dei lettori del blog!

I migliori scatti della settimana dei lettori del blog!
Prossima storia

I migliori scatti della settimana dei lettori del blog!